Visualizzazione di 1-12 di 16 risultati

Sale!

Aldo Caporossi, Oftalmologia.

 47,00  44,65

“Un testo scientifico oggi, con la competizione di tutti i sistemi telematici per la conoscenza e l’aggiornamento professionale, può ancora aiutare la formazione del giovane studente in medicina e della scuola di specializzazione ed il giovane professionista. Il tempo richiesto per la preparazione e la stampa lo rendono però spesso poco efficiente per informare con prontezza e non invecchiare rapidamente. Un volume di oftalmologia per studenti in medicina dovrebbe contenere indirizzi ed informazioni particolari per chi nella vita farà il medico di base o altro, fornire tutte le informazioni sui concetti di familiarità ed ereditarietà di molte malattie per poter indirizzare i pazienti a fare prevenzione. Abbiamo però poi ecceduto questo scopo con il desiderio di fornire un libro adatto anche allo specializzando ed al giovane specialista, che fornisse un sufficiente aggiornamento ed attualità unito ad una completezza di informazione, una panoramica ampia e dotta. Ho voluto coinvolgere tutta la oftalmologia romana dell’Università Cattolica e tutti quelli della oftalmologia senese che più avevano collaborato con me dandomi un forte aiuto (con un po’ di senso di colpa per essermi poi separato da loro) ed esperti di altre scuole che hanno condiviso maggiormente la mia esperienza. A tutti un ringraziamento “vero” come alla mia famiglia, Anna Maria, Tomaso e Orsola, che spesso è stata trascurata in nome del lavoro troppo frequentemente vero protagonista della mia vita. La Copertina del libro è singolare e merita una spiegazione che racchiude la curiosità e l’intuito che sempre mi ha aiutato a fare quello che mi insegnavano, per primo il mio maestro, ma sempre a condizionare il suo sviluppo e spero il miglioramento che spesso ho portato in tanti settori di questa nostra oftalmologia. Infatti, affrontando un argomento medico o chirurgico ed in maniera quasi automatica, è scattato in me il meccanismo di modificare e adattare alle mie esigenze metodiche e strumentazioni non consone allo scopo che si prefissavano. Questo dalla lente Frezzotti-Caporossi del 1982 che introduce il concetto di fissazione capsulare e statica in un’epoca che la fa antesignana; la capsuloressi di Neuhann, che ha dato inizio alla chirurgia endosacculare è del 1987; alla pinza coassiale per capsuloressi del 1992; alla tecnica del filoguidato per l’impianto degli anelli tensionali; al crosslinking, con quello che questa tecnica ha rappresentato per l’attuale diminuzione di pazienti da dover sottoporre a trapianto di cornea; alla sutura doppia antitorchio per il trapianto corneale perforante; alla tecnica air guided per la chirurgia lamellare anteriore profonda; alla sutura regolabile e a catenella per il glaucoma ed, infine, all’attuale idrodispiegatura e agli strumenti irriganti per “DMEK”, e tante altre idee realizzate che non trovano spazio in copertina.” (Prefazione)

Sale!

Anatomia Umana di Saladin

 45,00  42,75

L’Anatomia Umana si pone come disciplina fondamentale nella formazione di tutti gli operatori delle professioni sanitarie ed in questo senso appare imprescindibile per lo studente la necessità di poter integrare ed approfondire i contenuti delle lezioni teoriche in libri di testo approfonditi ma al tempo stesso di immediata comprensione.

Il testo, caratterizzato da una informazione precisa e dettagliata e da una esposizione semplice da comprendere, è particolarmente adatto alle lauree triennali di primo livello. Rappresenta un valido sussidio didattico per i basilari studi anatomo-funzionali che introducono il discente alla conoscenza e comprensione della complessità funzionale dell’organismo umano.

https://www.piccin.it/it/index.php?controller=attachment&id_attachment=2838

Sale!

Atlante di istologia di Dongmei Cui

 48,00  43,30

“Ciò che andremo a studiare in questo corso è l’organizzazione istologica alterata. Se avete padronanza dei fondamenti dell’istologia, sarà semplice acquisire i contenuti della patologia. L’osservazione di un campione patologico, infatti, rivelerà tracce del tessuto da cui proviene.”Anche se si potrebbe sostenere che questa è una visione troppo semplicistica, c’è comunque molto di vero in essa.Carriere eccellenti e di successo nel campo delle professioni medico-sanitarie sono il risultatodi un processo integrato di studio e di apprendimento e di un percorso educativo interconnesso. La comprensione della scienza medica di base migliora notevolmente se inquadrata all’interno di un appropriato contesto clinico e, di converso, una diagnosi puntuale e corretta richiede una comprensione di come la malattia abbia modifi cato la normale struttura e funzione del corpo. L’individuazione e il riconoscimento di queste interconnessioni, nonché la consapevolezza della loro importanza, sono stati elementi importanti nella progettazione e sviluppo di questo libro. Una serie di questioni hanno infl uenzato il campo di formazione professionale negli ultimi anni. Queste includono (1) una diversa classe di docenti degli insegnamenti biomedici di base, (2) differenti pressioni per un cambiamento dei curriculum formativi pre-medici e medici e, (3) la necessità impellente di integrare i corsi delle scienze di base con la medicina clinica. Quest’ultimo punto è particolarmente importante. Anche se i programmi sono in fase di revisione, vi è una chiara aspettativa che la rilevanza clinica delle informazioni scientifi che di base vada sempre più enfatizzata e sottolineata. Le correlazionicliniche, quando opportunamente integrate, risultano in un’esperienza di apprendimento più effi cace, che promuove la comprensione delle relazioni tra il normale e il patologico, come pure tra lo stato di salute e lo stato di malattia. Le correlazioni cliniche facilitano anche l’apprendimento dei concetti clinici e migliorano la comprensione da parte degli studenti di informazioni scientifi che di base, soprattutto perché correlano con i loro specifi ci obiettivi professionali. L’obiettivo di questo Atlante di istologia con correlazioni funzionali e cliniche non è solo quello di costituire una fonte pratica e utile di informazioni relative ai fondamenti dell’Istologia ma anche di farlo utilizzando un approccio innovativo che dimostra come i tessuti possano essere alterati da un processo patologico. Questo approccio integrato enfatizza l’apprendimento delle strutture dei tessuti normali e come gli stessi tessuti possano apparire modifi cati in una condizione patologica. Crediamo che questo approccio possa costituire, per tutti gli studenti, un ponte tra le conoscenze di base dell’istologia e le informazioni che direttamente contribuiranno alla loro futura acquisizione dei concetti clinici. Questo “Atlante con gli Extra” funziona molto bene come una combinazione di atlante e di testo. Questi “extra” sono costituiti da molte correlazioni strutturali e funzionali, da un’ampia e informativa descrizione delle fi gure, da riquadri di testo che offrono ulteriori e rilevanti informazioni, da un usoestensivo di esempi clinici e dalla loro correlazione con le strutture istologiche e, infi ne, da rilevanti microfotografi e elettroniche che integrano tutta la ricca collezione di immagini. Nell’insieme, queste caratteristiche costituiscono uno strumento fl essibile di formazione medica che può essere adattato ad una grande varietà di metodi di insegnamento e di apprendimento. Questo Atlante di istologia con correlazioni funzionali e cliniche comprende 21 capitoli suddivisi in 3 unità: si inizia con “Principi di base della struttura e delle funzioni cellulari” per poi procedere ai “Tessuti fondamentali” e, infi ne, ai “Sistemi d’organo.” Sulla base di un comprovato ed effi cace approccio di “costruzione mattone dopo mattone”, questo libro inizia con un’introduzione sulla cellula utilizzando immagini al microscopio ottico ed elettronico – “defi nizioni visive e descrittive” dei termini che saranno utilizzati in tutto il libro. I capitoli restanti procedono in modo logico attraverso la descrizione di tessuti e organi sempre più complessi, illustrando gli elementi essenziali mediante foto e disegni a colori (aspetto normale e patologico) e in microscopia elettronica.I tre principi generali che sono stati seguiti in questo libro sono: organizzare le informazioni correlate tra loro su pagine affi ancate; sottolineare l’interrelazione tra informazioni strutturali, funzionali e cliniche; utilizzare esempi clinici signifi cativi. Più in particolare, i concetti grafi ci che hanno ispirato l’organizzazione di questo atlante sono i seguenti.Primo, i numeri delle fi gure sono codifi cati a colori: quelli per le sezioni istologiche e per TEM e SEM sono gialli, quelli per i disegni sono evidenziati in viola e quelli per le immagini cliniche sono evidenziati in blu. Inoltre, tutte le informazioni cliniche – immagini e testo – sono evidenziate in blu, permettendo al lettore di identifi carle facilmente.Secondo, il più coerentemente possibile, una struttura o un tessuto sono rappresentati in almeno tre o quattro modi diversi e disposti su una singola pagina o su pagine affi ancate. Questa organizzazionePrefazione tipografi ca dà agli studenti un’impressione visiva completa in uno stile integrato e correlato di (1)immagini fotografi che al microscopio ottico ed elettronico, (2) rappresentazioni diagrammatiche dello stesso tessuto o struttura e (3) esempi di come quel tessuto possa essere modifi cato da un processo patologico. Questo fornisce agli studenti un percorso di apprendimento dell’istologia effi cace ed efficiente sia per imparare i concetti istologici fondamentali sia per riconoscere i tessuti alterati da un processo patologico.Terzo, la maggior parte delle microfotografi e di questo atlante hanno un inserto ad alto ingrandimento,che è stato ripreso dalla stessa fotografi a principale per il confronto dei tessuti e delle strutture sia ad alto che a basso ingrandimento, facilitando così il processo di apprendimento dei contenuti.Quarto, in questo atlante, le strutture sono chiaramente etichettate con il loro nome completo invece di usare iniziali o numeri ed essere quindi rimandati a un elenco di abbreviazioni. Questo approccio consente di risparmiare tempo e rende notevolmente più fl uido l’apprendimento.Quinto, abbiamo incluso le informazioni di una vasta gamma di tessuti e strutture al fi ne di fornire un utile strumento di apprendimento per gli studenti di medicina e odontoiatria ed altri operatori sanitari. Per esempio, il capitolo 14, “Cavità orale”, contiene non solo una descrizione dettagliata dei tessuti molli della bocca, ma anche dettagli appropriati della struttura del dente per gli studenti di odontoiatria e, nel capitolo 20 “Occhio”, abbiamo incluso fotografi e dettagliate e illustrazioni per l’occhio e la retina per gli studenti nel campo dell’oftalmologia.Sesto, una breve introduzione e una panoramica, inclusi i concetti chiave che integrano struttura e funzione, si trovano all’inizio di ogni capitolo. I capitoli e gli argomenti sono organizzati in una sequenza generale corrispondente a quella utilizzata dalla maggior parte dei libri di testo e dei corsi di istologia.Settimo, tabelle che sintetizzano le principali caratteristiche di cellule, tessuti e organi nonchéprospetti sinottici delle loro principali caratteristiche strutturali e funzionali appaiono in ogni capitolo.Questo permette uno studio effi ciente e un tempo di revisione molto più breve.Ottavo, frasi importanti e termini chiave sono presentati in grassetto nel testo e nelle descrizionidelle fi gure per dare una maggiore enfasi e visibilità.Nel corso degli anni, molte delle microfotografi e a colori incluse in questo atlante sono stateutilizzate nelle nostre esercitazioni di laboratorio di istologia. Gli studenti le hanno trovate molto utili e hanno espresso il loro interesse per l’acquisizione di copie stampate per il loro studio personale. Questa è stata la ragione principale che ci ha motivato a intraprendere questo progetto. Speriamo che questo atlante risponda pienamente alle domande degli studenti man mano che procederanno verso le loro carriere cliniche; questo testo non sarebbe mai evoluto senza il loro incoraggiamento.

https://www.piccin.it/it/index.php?controller=attachment&id_attachment=2198

Sale!

Ayala- Malattie cutanee e veneree

 59,00  56,05

Negli ultimi anni, in quasi tutte le specialità mediche e chirurgiche, le nuove conoscenze hanno consentito grandi progressi in ambito diagnostico, prognostico e terapeutico.
Così, anche la gestione delle malattie cutanee e veneree ha ricevuto particolare impulso dalle ricerche svolte in ambito genetico, patogenetico, farmacologico e tecnico. Basti pensare alle applicazioni della dermoscopia nell’ambito delle lesioni non pigmentate della cute, all’introduzione della microscopia confocale nella ricerca e nella diagnosi, all’introduzione nella terapia dermatologica dei farmaci bio(tecno)logici ed al loro impiego sempre più ampio dovuto alla scoperta dell’efficacia di nuove molecole, ai nuovi trattamenti topici e sistemici dei tumori della cute, solo per citarne alcune.
È stato perciò necessario procedere alla stesura di questa nuova edizione del volume, che negli ultimi anni ha rappresentato un punto di riferimento per studenti del corso di laurea in Medicina e Chirurgia di diverse città d’Italia per la sua caratteristica di essere dedicato al core curriculum del corso stesso. L’impostazione dei capitoli è la stessa della versione precedente, essendosi dimostrata particolarmente funzionale.
Alla nuova edizione hanno partecipato anche nuovi docenti, con l’obiettivo comune di sempre: quello di fornire agli studenti le conoscenze necessarie per orientarsi nelle condizioni pratiche più comuni, non tralasciando l’importanza delle acquisizioni patogenetiche dell’ultimo decennio, importanti non soltanto per lo specialista dermatologo. Lezioni frontali e didattica interattiva dovranno, come al solito, costituire un bagaglio insostituibile anche in epoca digitale, per consentire il confronto diretto con l’esperienza dei docenti e per poter accedere al contatto col paziente, tanto importante in questa specialità.

https://www.piccin.it/it/index.php?controller=attachment&id_attachment=2929

 

Sale!

Embriologia Umana – Morfogenesi – Processi Molecolari – Aspetti Clinici di De Felici – Boitani – Bouche’ – Canipari -Dolfi – Filippini – Musaro’ – Papaccio

 58,00  52,20

A dieci anni dalla prima e a cinque dalla seconda esce questa terza edizione di Embriologia Umana ampiamente riveduta e corretta. Il buon successo delle precedenti ci ha incoraggiato a curare una nuova edizione sempre più up dated e fruibile didatticamente. Pertanto, tutti i capitoli sono stati attentamente aggiornati, rivisti e arricchiti di nuove immagini.
Al fine di orientare lo studente alla selezione e all’apprendimento di nozioni molecolari, diventate ormai non soltanto parte integrante dello studio dell’Embriologia, ma indispensabili per la comprensione dell’eziologia delle malformazioni e di numerose patologie postnatali, le nozioni più importanti e consolidate, talora convalidate anche nell’uomo, sui meccanismi molecolari dei processi descritti sono ora esposte nella sezione principale di ogni Capitolo e non più separatamente da questa.
Dieci anni fa il nostro testo aveva anticipato questa esigenza in un panorama di testi di Embriologia che con pochissime eccezioni conteneva nozioni molecolari. La sezione Processi e Molecole, diventata in quasi tutti i Capitoli Processi e Molecole in Modelli Sperimentali, è rimasta per approfondire tematiche svolte in corsi di studio più specialistici. Abbiamo voluto completare questa edizione con un nuovo capitolo intitolato Breve Storia dell’Embriologia. Ci piacerebbe che i nostri studenti lo leggessero convinti che la storia di questa disciplina e dei suoi protagonisti è uno strumento formidabile per comprendere come si è giunti alle odierne conoscenze e quali furono gli esperimenti e le teorie che hanno dato importanti risposte al grande mistero dello sviluppo embrionale.Desideriamo infine ringraziare l’Editore e tutto lo staff editoriale, in particolare Lia Campolo, redattrice, Giorgio Fischetti, coordinatore delle animazioni, e il disegnatore Marco Marzola, senza la loro competenza e dedizione questo libro non sarebbe mai “nato”.
Gli Autori

https://www.piccin.it/it/index.php?controller=attachment&id_attachment=3220

Sale!

Farmacologia generale e clinica di Bertram G. Katzung, Anthony J. Trevor

 94,00  89,30

La X edizione italiana è stata effettuata sull’ultima (XIII) edizione americana che si è confermata un testo di sicuro riferimento pre la preparazione di studenti in medicina, farmacia, scienze infermieristiche ed altresì di rilevante importanza per le attività specifiche di medici ed operatori sanitari.
I casi clinici inclusi all’inizio di ogni capitolo e le tabelle-sommario al termine, fanno da cornice ai nuovi inserti relativi ad aspetti delle azioni sfavorevoli dei FANS, ai prodotti biologici per la degenerazione maculare retinica, alla farmacoterapia di una malttia autoimmune quale la sclerosi multipla, e molto altro.

Sale!

Giovanni Fradà , Semeiotica medica nell’adulto e nell’anziano. Metodologia clinica di esplorazione morfofunzionale.

 95,00  90,25
“Ritengo sempre necessario, ed ancora più urgente, apportare alcune modifiche ai programmi di formazione dei nuovi medici, dal momento che si attuano pesanti tagli alla spesa sanitaria per contenere i costi della diagnostica (medicina difensiva) e questa politica di risparmio finisce per colpire coloro che hanno davvero bisogno di assistenza. Pertanto occorre che i nuovi medici siano più preparati ad affrontare il malato, ad ascoltarlo, visitarlo facendo un razionale e giustificato ricorso alle indagini di laboratorio e strumentali che riterrà più idonee a confermare il sospetto diagnostico. Anche in questa ultima edizione, come nelle precedenti da me curate, ho voluto dare spazio alle considerazioni ed alle manovre di ordine strettamente clinico da effettuare sempre sul malato con la sua collaborazione. Ho ritenuto importanti alcuni cenni a malattie che si sono conquistate l’attenzione di un pubblico sempre più vasto, perché,poco frequenti nel nostro paese fino a qualche anno fa, sono oggi attuali per gli imponenti movimenti migratori e per la stessa globalizzazione: ho ricordato così le febbri di origine esotica, quella malarica e la malattia tubercolare, ma ho voluto pure ricordare la problematica di quei reperti (incidentaliomi) che le metodiche di imaging sempre più sofisticate possono evidenziare grazie al rilievo di dettagli anatomici di minime dimensioni. Ho voluto quindi sottolineare la particolare attenzione che ogni malato deve avere da parte del medico. Ringrazio l’Editore per la sua disponibilità e la sua preziosa esperienza. Sono pronto ad accogliere con gratitudine i consigli, i suggerimenti e gli eventuali appunti dei Colleghi e di quanti avranno modo di leggere questo trattato.” (Prefazione di Giovanni Fradà)
Sale!

Kisner e Colby – Esercizio terapeutico: fondamenti e tecniche

 98,00  93,10

IV edizione italiana condotta sulla VII edizione in lingua inglese.
Quando Lynn Colby ed io abbiamo cominciato a scrivere un libro sull’esercizio terapeutico più di 30 fa, c’era semplicemente l’idea di colmare un bisogno basilare nell’educazione dei fisioterapisti. Il nostro primo tentativo era un prodotto dalla copertina leggera in forma illustrata che era stato, in principio, stampato in una piccola tipografia. L’evoluzione di ogni edizione successiva è avvenuta dalle nostre intuizioni creative e dai tentativi di collaborazione per portare a studenti ed alla comunità professionale le risorse più attuali ed aggiornate. Lynn ha deciso che questa sia l’ultima edizione nella quale lei sia coinvolta – mi mancheranno le sue eccezionali capacità, la sua collegialità e la collaborazione che è cresciuta in tutti questi anni. Io non so come ringraziarla per tutti gli anni di amore e dedizione a questo progetto e dell’amicizia che si è sviluppata da questa collaborazione. Semplicemente dico, grazie Lynn. Goditi la tua più che meritata pensione.
Per questa edizione ci siamo avvalse di un nuovo coautore, John Borstad, PT, PhD. Egli fu un collaboratore della sesta edizione ed è stato coinvolto in altre pubblicazioni e ricerche. Vedrete il suo nome in molti capitoli di questa edizione nel ruolo di aggiornamento, di revisore e di collaboratore. La sua biografia si trova nella sezione che riguarda gli Autori. È stimolante averlo a bordo e mi auguro che la nostra collaborazione prosegua. Gli Autori ed i Collaboratori di questo libro hanno continuamente tentato di integrare le più attuali tendenze e ricerche a supporto dei concetti fondamentali dell’esercizio terapeutico su cui gli studenti possano apprendere ed i professionisti possano accrescere la propria esperienza nel trattare i pazienti. Oltre alle revisioni del contenuto più estese ed approfondite, gli Approfondimenti e le Indicazioni Cliniche sono nuovamente evidenziati in questa edizione. Ove applicabile, le Linee Guida per la Pratica Clinica (CPGs) sono inserite nella sezione Approfondimenti.
Abbiamo aggiunto un nuovo capitolo L’esercizio per la persona anziana (Capitolo 24). Con esso, essendo un’area così critica di pratica nella fisioterapia, abbiamo anticipato che il contenuto del capitolo fornirà un fondamento di informazione e suggerirà interventi che tutti i professionisti troveranno utili quando lavoreranno con le persone anziane. C’è stato, inoltre, un aggiornamento sull’informazione riguardo l’uso del linguaggio ICF (International Classification of Functioning Disability and Health) nel Capitolo 1; un ampliamento sull’informazione riguardo alla prevenzione, salute e benessere nel Capitolo 2; e l’inserimento della gestione dell’incontinenza maschile nel Capitolo 25.
Come nella edizione precedente, la nostra speranza è che questo testo aggiornato sarà una risorsa per l’apprendimento e la crescita professionale per gli studenti e i professionisti sanitari che utilizzano l’esercizio terapeutico.

Sale!

Leonard S. Lilly Fisiopatologia del cuore.

 45,00  42,75

Le malattie cardiovascolari rappresentano uno dei più importanti problemi di sanità pubblica, in Italia e in molti altri paesi occidentali. Sono patologie spesso croniche che comportano gravi danni dal punto di vista umano, in primo luogo, e anche sociale ed economico. Lo studio delle basi di queste malattie e dei principali fattori di rischio è quindi di vitale importanza. Adesso è finalmente disponibile un testo fresco e innovativo: FISIOPATOLOGIA DEL CUORE, a cura di Leonard S. Lilly, nato da un progetto di collaborazione tra studenti e docenti della Facoltà di Medicina dell’Università di Harvard. Insoddisfatti dei manuali di cardiologia attualmente disponibili, gli studenti hanno espresso in maniera chiara le loro necessità e i docenti, stanchi di passare ore e ore a preparare e copiare un’accozzaglia di appunti, propinando poi il “polpettone” del giorno, li hanno ascoltati con entusiasmo. Vincitore di due Awards dell’American Medical Writers Association il testo è diventato rapidamente un best-seller esi è guadagnato una reputazione eccellente tra gli studenti e i docenti di medicina in tutto il mondo, perché è facile da studiare e comprende gli sviluppi tecnologici più recenti.

L’edizione italiana è a cura del Prof. Piergiuseppe Agostoni; Revisori: Carlo Vignati, MD e Massimo Mapelli, MD.

 

PREFAZIONE

È indiscutibile che, quando si crea un prodotto o un servizio, prima di tutto è necessario prendere in considerazione le necessità del potenziale fruitore. Purtroppo ciò è raramente vero per i libri di testo di medicina, che giocano un ruolo vitale nell’educazione di studenti, frequentatori, specializzandi, medici praticanti e professionisti paramedici. La maggior parte dei libri è scritta per un ampio pubblico per attrarre il maggior numero possibile di lettori (e acquirenti). Si tratta per lo più di grossi tomi scritti per gli specialisti o per gli specializzandi, oppure sono manuali tecnici puri e semplici.

Gli insegnanti di medicina si sono resi conto che le necessità degli studenti di medicina che per la prima volta affrontano un argomento differiscono in maniera importante dalle esigenze dei medici praticanti, che desiderano ripassare un tema già appreso in precedenza o aggiornarsi sui nuovi sviluppi in un campo di cui hanno già familiarità. La mancanza di libri di testo pensati specificamente per gli studenti costringe i docenti a passare ore e ore a preparare e copiare un’accozzaglia di appunti, propinando agli studenti il “polpettone” del giorno.

Fisiopatologia del cuore: un progetto di collaborazione tra studenti di medicina e docenti rappresenta un punto di partenza fresco e innovativo nella preparazione di un testo medico. Gli studenti, che sono i potenziali consumatori, insoddisfatti dei manuali di cardiologia attualmente disponibili, hanno espresso in maniera chiara le loro necessità. Hanno bisogno di capire la fisiopatologia del cuore e come la fisiopatologia determini i risultati clinici e di laboratorio per scegliere come gestire il paziente. Fortunatamente le loro richieste sono giunte ad orecchie ricettive. Il Dr. Leonard Lilly, Professore di Medicina all’Università di Harvard e stimato cardiologo al Brigham and Women’s and Faulkner Hospitals, è stato il leader di questo progetto. Ha infatti unito un gruppo di talentuosi studenti di Medicina di Harvard e docenti, che hanno collaborato fianco a fianco per produrre questo magnifico testo introduttivo, specificamente creato per andare incontro alle necessità degli studenti di medicina nei loro primi incontri con pazienti affetti da malattie cardiovascolari. Il Dr. Lilly, co-autore della maggior parte dei capitoli, si è accertato di evitare ripetizioni o lacune che sono spesso presenti nei testi con molti autori. Anche se Fisiopatologia del cuore non è pensato per essere enciclopedico o onnicomprensivo, è straordinariamente approfondito.

Giustamente, le prime cinque edizioni di questo straordinario libro sono state accolte con entusiasmo, e Fisiopatologia del cuore è ora il testo richiesto e consigliato in molte facoltà di medicina non solo negli Stati Uniti e in Canada ma anche in altri Paesi. È stato tradotto in molte altre lingue, ha ricevuto due premi di eccellenza dall’American Medical Writers Association, ed è stato di ispirazione per altri lavori editoriali frutto della collaborazione di studenti e docenti ad Harvard e in altre facoltà di medicina. Questa sesta edizione è completamente aggiornata, come richiesto in un settore dinamico come la cardiologia. Molte delle immagini sono state migliorate, adesso sono tutte a colori, per illustrare concetti complessi in modo semplice. In quanto tale, questo testo si rivelerà ancor più prezioso delle sue edizioni precedenti.

Il Dr. Lilly e i suoi colleghi – docenti e studenti – hanno dato un contributo significativo e unico nel preparare questo importante libro. Le generazioni future di educatori e di studenti di medicina e, in ultimo, i pazienti per cui questi lavorano, saranno in debito con loro per tale importante contributo.

Eugene Braunwald, MD
Distinguished Hersey Professor of Medicine
Harvard Medical School
Boston, Massachusetts

https://www.piccin.it/it/index.php?controller=attachment&id_attachment=3067

https://www.piccin.it/it/index.php?controller=attachment&id_attachment=3072

 

Sale!

Medicina di Laboratorio – Logica e Patologia Clinica di Antonozzi e Gulletta

 98,00  93,10

Cari Lettori,
quando, insieme ad Italo Antonozzi, abbiamo considerato la stesura della III edizione di questo testo universitario, rendendoci conto del tempo trascorso dalla precedente, non eravamo certi di procedere. Il parere favorevole dell’Editore e la nostra caparbietà
ci hanno spinto ad andare avanti.

Nel 2013 è stata stampata la prima edizione di questo Manuale di Patologia Clinica, ed avevamo qualche perplessità sul successo di un testo che, per impostazione generale e per ampiezza degli argomenti trattati, non corrispondeva ai più diffusi testi universitari del settore. Dubbi superati già nel 2015, con l’uscita della seconda edizione e dell’edizione in lingua spagnola, tanto che è stata messa in cantiere una terza edizione per proseguire l’impegno a svolgere un compito significativo nei confronti delle persone che, a diverso titolo, avrebbero tratto vantaggio culturale dal libro.

In pochi mesi, grazie alla collaborazione di vecchi e nuovi Colleghi, abbiamo potuto raggiungere l’obiettivo ed oggi siamo certi di dare alle stampe un’edizione rinnovata, aggiornata ed ancora più completa di un testo che ha dimostrato la sua utilità per gli studenti di Medicina, gli specializzandi e i professionisti delle diverse branche della Medicina di Laboratorio e per il Clinico.

Tutti i capitoli sono stati aggiornati, in molti casi con revisioni sostanziali del testo, sono stati aggiunti alcuni argomenti che mancavano nelle precedenti edizioni, si è cercato di fornire le indicazioni più recenti per gli approfondimenti bibliografi ci, sono
stati aggiunti molti test a risposta multipla, l’iconografia risulta significativamente migliorata.

Siamo sempre più convinti di quanto scritto nella prefazione alla I edizione, circa le finalità e l’identità scientifica, culturale e didattica della Patologia clinica e della centralità del Paziente nella nostra attività di laboratoristi e quindi dell’opportunità che, accanto agli ottimi testi in lingua inglese oggi disponibili, siano utili, anzi necessari, testi che riflettano lo stato dell’arte in Italia.

Ci auguriamo che questa “ulteriore fatica” possa essere accolta favorevolmente e possa rappresentare un testo di riferimento per i cultori della Medicina di Laboratorio oltre ad offrire un seppur modesto contributo allo sviluppo e alla caratterizzazione della
disciplina alla quale abbiamo dedicato la maggior parte della nostra vita di Docenti.

Ringraziamo tutti i Coautori nella stesura dei diversi capitoli per la loro critica e fattiva collaborazione, nella speranza che tra di loro qualcuno voglia proseguire questa impresa e questa scommessa nel futuro di un testo italiano di Medicina di Laboratorio.

In particolare ringraziamo la casa editrice Piccin Nuova Libraria che, ancora una volta, ha dimostrato la capacità di investire culturalmente in settori innovativi della Medicina, mettendo a disposizione un livello di collaborazione e un patrimonio di professionalità e di know-how editoriale di assoluto rilievo.

https://www.piccin.it/it/index.php?controller=attachment&id_attachment=3059

 

Sale!

Patologia Generale e Fisiopatologia Generale – Volume 2

 75,00  71,25

La Patologia e la Fisiopatologia Generale si occupano di studiare i meccanismi patogenetici che sono causa di malattie ed i meccanismi molecolari che sono alla base di ogni patologia d’organo e di ogni patologia sistemica. Trasmettere queste conoscenze è stato fin dalla prima edizione l’obiettivo del manuale di Patologia Generale e Fisiopatologia Generale, che viene ora proseguito dai Professori Mainiero, Misasi e Sorice della Scuola Romana di Patologia. Essi, pertanto, hanno elaborato la sesta edizione del manuale, ampliandolo con le nuove conoscenze in genetica, epigenetica, biologia cellulare e molecolare, fisiologia cellulare, immunologia e patologia molecolare e coinvolgendo numerosi ed autorevoli patologi italiani per trasmettere agli studenti i progressi della scienza in questo campo.

https://www.piccin.it/it/index.php?controller=attachment&id_attachment=3092