Visualizzazione di 1-12 di 15 risultati

Sale!

Alessandro Montrone , Antonio Ricciardi , Franco E. Rubino LA LETTURA ECONOMICO-AZIENDALE DELLA GESTIONE D’AZIENDA Il bilancio d’esercizio.

 38,00  36,10

Presentazione del volume

Il volume, partendo dalla lettura della gestione aziendale secondo il modello economico-finanziario nel quale a categorie omogenee di operazioni trovano rispondenza categorie altrettanto omogenee di valori, prosegue nel percorso avviato con il precedente lavoro dedicato alle rilevazioni in contabilità generale per focalizzarsi sul bilancio d’esercizio nella sua veste di principale strumento di comunicazione aziendale sia per i soggetti interni che esterni all’impresa.
Nel fare questo analizza i principi e i documenti del bilancio per poi descrivere le classi di voci dello stato patrimoniale, affrontando criticamente le loro problematiche di valutazione ed esposizione e tenendo conto di tutti i cambiamenti introdotti nella normativa civilistica dal D.Lgs. n. 139/2015, dei principi contabili nazionali pubblicati dall’OIC e di quelli internazionali redatti dallo IASB, nonché delle norme fiscali rilevanti, senza mai tralasciare i legami concettuali fra la dottrina aziendalistica e le soluzioni indicate dalle norme e dai principi in questione.

Alessandro Montrone
, professore ordinario di Economia aziendale presso il Dipartimento di Economia dell’Università degli Studi di Perugia, è titolare degli insegnamenti di Economia aziendale e di Analisi della performance d’impresa e di gruppo. È autore di numerosi articoli e monografie su temi riguardanti principalmente il bilancio consolidato, il valore aggiunto e le analisi di bilancio.

Antonio Ricciardi
, professore ordinario di Economia aziendale presso il Dipartimento di Scienze Aziendali e Giuridiche dell’Università della Calabria, è titolare degli insegnamenti di Strategia e politica aziendale e di Bilancio e analisi finanziaria. È autore di numerosi articoli e monografie su temi riguardanti principalmente il bilancio, le strategie di cooperazione e gli strumenti di finanza innovativa.

Franco E. Rubino 
è professore ordinario di Economia aziendale e Direttore del Dipartimento di Scienze Aziendali e Giuridiche dell’Università della Calabria, nonché titolare dell’insegnamento di Economia aziendale. È autore di numerosi articoli e monografie su temi riguardanti principalmente la corporate governance, il capitale intellettuale e le imprese familiari.
Sale!

Antonio Cerasa , Expert brain. Come la passione del lavoro modella il nostro cervello.

 22,00  20,90
Cosa hanno in comune un musicista, un architetto, un sommelier, un matematico, uno scalatore, un giocoliere, uno scacchista, un golfista, un profumiere e uno chef? Sono tutti expert brains: appartengono a quella categoria di individui che, grazie ad un estenuante allenamento, hanno sviluppato una particolare abilità ed eccellono in essa. Al punto che il loro cervello si è modellato di conseguenza. Questo volume ci accompagna, con un linguaggio leggero e avvincente, nel viaggio che ha portato le neuroscienze moderne a disegnare una nuova idea di intelligenza, in cui ha più peso l’influenza dell’ambiente che la predisposizione genetica. Al concetto di intelligenza come costrutto globale e statico si preferisce un più dinamico elenco di competenze che vengono allenate grazie alla deliberate practice (la pratica volontaria): quella serie di pratiche più o meno ludiche messe in atto per potenziare una specifica abilità in differenti domini. Ed ecco allora che il libro, partendo proprio dagli chef, spiega cosa ha in comune il loro cervello con il cervello dei musicisti o degli scalatori, piuttosto che con quello degli scacchisti, degli architetti o dei sommelier. Spiega come si diventa profumieri e come fa un prodigio a “vedere” i risultati di un’operazione matematica. Ma va anche oltre. Parla di come il cervello è in grado di tornare a funzionare dopo una lesione (impaired brain) o cosa succede quando si allena e si gonfia troppo (sculptured brain) o prova dolore (painful brain), per arrivare a spiegare che cos’è la creatività (creative brain) e come si possa studiare e quantificare anche nella vita privata. Il libro non è dedicato solo a chi ha la passione per queste professioni, ma a chiunque voglia diventare expert in qualcosa. E gli argomenti sono trattati intervallando il racconto con un immaginario dialogo con uno studente un po’ troppo curioso. Forse… un futuro expert.
Sale!

Cleto Corposanto , Metodologia e tecniche non intrusive nella ricerca sociale.

 21,00  19,95
Come e in che misura il ricercatore sociale può alterare l’oggetto stesso della sua ricerca per il semplice fatto di analizzarlo? A questo quesito, che prende spunto dal noto principio di indeterminazione di Heisemberg relativo alle scienze esatte, si cerca di rispondere con questo volume che analizza i metodi, le tecniche e gli oggetti di interesse dal punto di vista della non intrusività. Questo libro si rivolge quindi a tutti i ricercatori sociali, ma anche agli operatori sociali in senso lato, che attraverso la ricerca vogliono sostanziare ragionamenti, impressioni, intuizioni con l’utilizzo di metodi scientifici riconosciuti dalla comunità.
Sale!

Costantino Cipolla , Il ciclo metodologico della ricerca sociale.

 40,00  38,00
I contributi di cui il testo si compone, pur mantenendo una loro autonomia concettuale, sono percorsi da quel filo sottile e tenace rappresentato dall’ideale di democrazia conoscitiva, secondo il quale fra epistemologia, metodo e tecniche non esistono priorità o assolutizzazioni, ma un coordinamento reciproco ed una circolarità interna.
Sale!

Felice Marra, Le funzioni di coordinamento delle professioni sanitarie. I nuovi incarichi di funzione professionale e di funzione organizzativa. Nuova ediz.

 24,00  22,80

Questa nuova versione del testo discute in modo completo la struttura contrattuale del lavoro, gli effetti legali, organizzativi e gestionali che influenzano le funzioni di coordinamento di infermieristica, tecnologia, ostetricia, riabilitazione e assistenza sanitaria preventiva nel suo complesso. Funzioni professionali e funzioni organizzative specificate nel vigente “CCNL” -Personale della Sanità. Una “cassetta degli attrezzi” legale, organizzativa e operativa ha una notevole praticità per le attività quotidiane e per lo sviluppo professionale e gestionale di questi personaggi, strumenti all’avanguardia nel processo assistenziale di un’azienda sanitaria.La prima parte del libro è dedicata alle caratteristiche storiche della funzione di coordinamento e alla relativa influenza organizzativa, e analizza il passaggio a una nuova funzione professionale o funzione organizzativa. La seconda è una parte centrale ricca e analitica, che coinvolge il coordinamento delle attività e l’allocazione delle risorse umane, la discussione sull’orario di lavoro e sui sistemi di assenteismo, l’ordine di servizio e la pianificazione dei turni, la flessibilità dei rapporti di lavoro, la garanzia della sicurezza sul lavoro e il sistema delle relazioni sindacali, l’erogazione di beni e servizi, formazione, controllo dei costi, processo di formazione e comunicazione, stile di leadership, processo di sviluppo professionale dell’unità di riferimento, valutazione professionale con disposizioni legislative e contrattuali e un sistema per il raggiungimento della produttività target.L’ultima parte del testo affronta in modo specifico le problematiche relative alla responsabilità della funzione di coordinamento e analizza le diverse tipologie di responsabilità civili, penali, amministrative e disciplinari.

Sale!

Franco Del Corno, Margherita Lang , Elementi di psicologia clinica.

 54,00  51,30
Questo volume affronta i temi fondamentali della teoria e della pratica della psicologia clinica. A partire dai riferimenti storici della disciplina, il lettore è guidato attraverso le varie fasi del processo diagnostico, le tecniche del colloquio clinico, gli strumenti della diagnosi testologica, fino alla trattazione dei principali approcci psicoterapeutici. Pensato soprattutto per gli studenti dei corsi di laurea in psicologia triennale e magistrale, può tuttavia costituire un utile strumento di consultazione anche per i giovani colleghi che stanno formandosi nelle varie Scuole di psicoterapia, nonché per professionisti più esperti, che desiderino una lettura agile e up to date sugli argomenti clinici di più frequente riscontro. L’aggiornamento e l’ampliamento dei contenuti di questa nuova edizione risponde all’esigenza di un apprendimento sempre più “professionalizzante”, ossia orientato a un “saper fare” che risponda in modo puntale all’attuale multiformità delle richieste di intervento psicologico.
Sale!

G. M. Scafidi Fonti, Sabina La Grutta, E. Trombini , Elementi di psicodiagnostica. Aspetti teorici e tecnici della valutazione.

 37,00  35,15
Da un punto di vista psicodinamico, la realtà psichica è un oggetto di studio complesso che, per via delle sue caratteristiche di unicità, irripetibilità, trasformabilità, obbliga il clinico a dotarsi di un equipaggiamento del tutto speciale: un atteggiamento mentale mobile rivolto costantemente all’altro privilegiando la dimensione relazionale; la scelta di metodi e tecniche molteplici e rispettosi dell’unicità dell’altro; il riferirsi ad una teoria della mente che non si avvale di dati puramente empirici o pragmatici, che va oltre la separazione tra normalità e patologia, che riconosce le peculiarità del funzionamento psichico individuandone fragilità e punti di forza e che infine poggia sull’idea che il sapere sulla mente è incompiuto. Gli autori partono da questi assunti e propongono ai lettori (studenti di psicologia ma anche specialisti che desiderano un aggiornamento puntuale e rapido su metodiche e contesti valutativi particolarmente attuali) un manuale che, rifondando l’impianto epistemologico della psicodiagnostica, articola, la diagnosi con la psicopatologia mediante l’uso di tecniche su misura per le esigenze delle persone.

Guido Giarelli,Vito GiovannettI Il Servizio Sanitario Nazionale italiano in prospettiva europea. Un’analisi comparata

 29,00
Il Servizio Sanitario Nazionale (SSN) italiano, fondato nel 1978, rappresenta una grande conquista sociale del dopoguerra, riconosciuta anche a livello internazionale: dopo oltre quarant’anni tuttavia, esso risulta affetto da una serie di problematiche che tendono a metterne in discussione l’equità sociale e l’universalismo delle prestazioni come sue finalità fondamentali e che nel medio-lungo periodo potrebbero anche minarne la sostenibilità. Questo volume analizza anzitutto i paradossi latenti che ne hanno caratterizzato la realizzazione prima e l’evoluzione poi in maniera contraddittoria: il progressivo definanziamento pubblico e la privatizzazione strisciante, un’aziendalizzazione senza mercato e una managerializzazione a macchia di leopardo, una devoluzione regionale inadeguata contraddetta da misure di ricentralizzazione, e un livello di performance che, nonostante tutto, risulta tra i più elevati al mondo. Dopo aver evidenziato le specificità del caso italiano da diverse prospettive, il volume mette a confronto il nostro SSN con gli altri SSN europei in un’ottica storica comparata, al fine di indagare come questi hanno affrontato le medesime problematiche e le grandi sfide degli ultimi decenni grazie al contributo di alcuni tra i maggiori studiosi europei: l’impatto delle riforme del National Health Service (NHS) britannico sulla professione medica, il tentativo di riforma fallito del sistema sanitario finlandese nel contesto scandinavo, la genesi e l’evoluzione successiva delle varie riforme sostanzialmente inapplicate del Serviço Nacional de Saúde (SNS) portoghese, l’impatto della crisi economica sul Sistema Nacional de Salud (SNS) spagnolo. I risultati dell’analisi comparata conclusiva mettono in evidenza come, al di là dei punti di divergenza e di convergenza dei percorsi di riforma adottati negli ultimi decenni nei diversi paesi europei con SSN, ciò che risulta rilevante per la sostenibilità futura di tali sistemi è la capacità di ognuno di essi di elaborare risposte e strategie differenziate in grado di adattarsi alla peculiarità di ciascun specifico contesto storico.
Sale!

Liliana Leone,Miretta Prezza , Costruire e valutare i progetti nel sociale. Manuale operativo per chi lavora su progetti in campo sanitario, sociale, educativo e culturale.

 30,00  28,50
Gli psicologi, i sociologi, gli assistenti sociali, gli educatori, i coordinatori e i responsabili dei servizi, gli assistenti domiciliari, ma anche i medici e il personale paramedico che lavorano nei servizi territoriali delle Asl, nei Comuni, nel privato sociale (cooperative, volontariato, associazioni ricreative, culturali, etc.) ma anche nelle aziende, nella scuola o come liberi professionisti, sempre più spesso sono chiamati a lavorare per, o su progetti. La costruzione, la stesura, il coordinamento di progetti, la valutazione di progetti elaborati da altri, il monitoraggio e la valutazione dei risultati sono competenze sempre più fondamentali. Esse sono indispensabili, tra l’altro, per accedere a molte fonti di finanziamento (vedi ad es. fondi Commissione Europea, fondi legge Turco 285/1997). A fronte di queste necessità, la formazione di base degli operatori psicosociali è stata finora carente e gli operatori hanno cercato di porvi rimedio attraverso l’esperienza e l’approfondimento personale. Il volume si rivolge sia agli studenti sia agli operatori che già stanno lavorando su progetti; per questi ultimi può costituire un’occasione per approfondire o sistematizzare le conoscenze e riflettere sulle proprie esperienze. Pur privilegiando la dimensione metodologica, lungo tutti i capitoli l’attenzione viene focalizzata anche sulle altre dimensioni del processo di progettazione e valutazione: su quella valoriale, cognitiva ed emotiva, su quella organizzativa ed interorganizzativa e sugli aspetti relazionali e negoziali.
Sale!

Romilda Mazzotta IL BILANCIO DI ESERCIZIO Casi, esercizi e complementi.

 21,50  20,43

Per redigere un bilancio di esercizio non basta certo la lettura delle norme. Occorre, al contrario, acquisire una conoscenza pratica dei passaggi contabili e di come, in concreto, le norme si traducono in elementi e modalità di valutazione. Per questo è opportuno affiancare allo studio della normativa e dei principi contabili anche degli esercizi di applicazione.

Per questo il volume si sviluppa in due parti. Nella prima parte si ritrovano brevi richiami alla normativa civilistica e fiscale, una normativa in continua evoluzione che tende a sottolineare la superiorità del dettato civilistico rispetto a quello fiscale, confermando il principio secondo il quale il bilancio va redatto nel rispetto delle norme civilistiche e che, in presenza di criteri fiscali difformi, è necessario apportare le opportune variazioni in dichiarazione dei redditi.

Nella seconda parte si presentano una serie di applicazioni con l’obiettivo di accompagnare il lettore ad utilizzare le norme che sono alla base della redazione del bilancio di esercizio obbligatorio nonché i criteri di valutazione fiscale. Gli esercizi presenti in questa seconda parte, seguiti da soluzioni, perché lo studente possa verificare la validità del proprio elaborato, affrontano principalmente le seguenti tematiche: la costruzione del bilancio di esercizio obbligatorio partendo dalle rilevazioni del sistema informativo aziendale; la valutazione delle rimanenze; la rivalutazione dei crediti; la valutazione delle immobilizzazioni; il confronto tra normativa civilistica e fiscale: dal reddito di esercizio al reddito imponibile.

Il volume è particolarmente adatto per gli studenti che si apprestano a preparare il modulo di bilancio presente, sotto vario nome, nei nuovi orientamenti universitari in materie aziendali.

 

Romilda Mazzotta è ricercatore di Economia aziendale presso l’Università della Calabria e docente di Ragioneria generale ed applicata presso la Facoltà di Economia. È inoltre dottore commercialista e revisore contabile. Frutto della sua collaborazione con la FrancoAngeli è anche La contabilità generale. Gli esercizi (2002).

Sale!

Romilda Mazzotta LA CONTABILITÀ GENERALE Gli esercizi.

 27,00  25,65
Il testo intende essere un supporto didattico per gli studenti che si apprestano a studiare ragioneria generale ed applicata. Si propongono e sviluppano una serie di esercizi raccolti per macro-argomento. I primi esercizi hanno un carattere introduttivo e sono necessari per coloro che sono alle prime armi; si prosegue con le rilevazioni in partita doppia delle operazioni di gestione durante l’esercizio (scritture continuative) per poi affrontare il tema più complesso ed articolato delle scritture di assestamento. Specifici esercizi sono dedicati, quindi, alle scritture di chiusura e riapertura. Al fine di comprendere che quanto presentato nei precedenti esercizi è solo uno spaccato della contabilità tenuta da una azienda, si propongono anche diversi esercizi “completi”, che partono cioè da aziende nella fase costitutiva (imprese individuali, società di persone e di capitali) o già costituite, in relazione alle quali si chiede di redigere le scritture in partita doppia delle diverse operazioni di gestione esterne in corso d’esercizio, le scritture poste in essere per determinare il risultato d’esercizio e il capitale di funzionamento di un periodo amministrativo, nonché gli schemi di derivazione contabile dello Stato Patrimoniale e del Conto Economico.