Visualizzazione di 7 risultati

Sale!

Claudio Barbaranelli, Elena Natali , I test psicologici: teorie e modelli psicometrici.

 27,50  26,12
Nella convinzione che i test psicologici siano strumenti di valutazione quanto mai insostituibili nell’ambito della professione psicologica, il volume si pone l’obiettivo di fornire un’introduzione alle problematiche statistiche legate alla loro costruzione. Nel corso del testo si prendono in esame i principali modelli psicometrici alla base degli strumenti di misura di caratteristiche psicologiche. Un particolare risalto viene dato alle basi teorico-statistiche della misura in psicologia, e sono messi a confronto i pregi e i difetti sia degli approcci classici sia di quelli moderni. Il libro è pensato in funzione delle esigenze degli studenti delle lauree triennali e specialistiche in Psicologia, ma è rivolto anche ai professionisti che hanno interesse ad approfondire la tematica del testing psicologico.
Sale!

Franco Prina , Devianza e criminalità. Concetti, metodi di ricerca, cause, politiche.

 25,00  23,75
Devianza e criminalità sono questioni sociali troppo spesso affrontate con scarsa consapevolezza della loro complessità. Il libro – frutto dell’esperienza di trent’anni di insegnamento – propone, a chi si accosta per studio o per interesse personale o professionale ai temi e ai problemi oggetto della sociologia della devianza e della criminalità, contenuti utili alla loro conoscenza e alla crescita di una sensibilità critica sui modi di leggerli e affrontarli. Il percorso si sviluppa in quattro tappe. In primo luogo sono introdotti i concetti essenziali della disciplina e le relative definizioni. Segue una illustrazione di come si possono conoscere – nelle loro dimensioni quantitative e qualitative – i vari fenomeni, dalla costruzione e dal significato delle statistiche ufficiali ai differenti metodi di ricerca sociale. La terza tappa propone le principali spiegazioni e interpretazioni delle cause dei crimini e delle devianze succedutesi nel tempo e presenti nel dibattito odierno. Infine, sono oggetto di analisi le politiche di prevenzione, controllo, repressione e trattamento elaborate in periodi storici diversi, fino a quelle poste in essere nelle società contemporanee

Indice

 

Introduzione
1. Di che cosa parliamo quando parliamo di devianza e criminalità? I concetti e le definizioni

La sociologia della devianza/La devianza/Le norme/Le sanzioni/Le funzioni delle sanzioni/Socializzazione normativa e controllo sociale/Le forme della criminalità/Le categorie dei comportamenti devianti/Le rappresentazioni sociali del crimine e delle devianze: stereotipi, semplificazioni e luoghi comuni
2. Come si può conoscere un oggetto nascosto? La ricerca sociologica su criminalità e devianze
I problemi e i limiti della ricerca sul tema/Gli obiettivi perseguibili/Le statistiche sulla criminalità: maneggiare con cura/Come si costruiscono i dati/ Le possibilità di conoscere il numero oscuro /I metodi di ricerca sulle diverse forme di devianza/Le frontiere della ricerca criminologica: logica attuariale, ricerca sui rischi, profiling di individui e categorie
3. Perché gli individui violano le norme? Le cause di devianze e criminalità
L’impegno per la risposta alla domanda: perché?/Le risposte di senso comune: la colpa è di…/I diversi paradigmi scientifici succedutisi nel tempo: il pendolo individuo-società-individuo/Le spiegazioni non sociologiche: la responsabilità è dell’individuo/L’articolazione delle teorie sociologiche/Il ritorno alla centralità dell’individuo/Interpretare le realtà contemporanee: sintesi possibili e specificità irriducibili
4. Che cosa fanno le società per contrastare crimini e devianze? Le politiche e i modelli di intervento
Uno schema sui nessi tra spiegazioni e politiche/La produzione di norme e la creazione del crimine/Il controllo selettivo come fondamento della criminalizzazione e della devianza secondaria/Il (giusto?) processo/Il carcere e le altre istituzioni totali al servizio della neutralizzazione dei devianti/Le politiche sociali di prevenzione e gestione delle devianze nello scenario contemporaneo
Approfondimenti bibliografici
Riferimenti bibliografici

Sale!

Giovanni Pizza , Antropologia medica . Saperi, pratiche e politiche del corpo.

 23,00  21,85
Nata con l’obiettivo di indirizzare la ricerca antropologica sulle rappresentazioni della malattia e le forme di medicina nelle diverse società umane, oggi l’antropologia medica è una scienza critica e sperimentale che produce ricerche ed elabora riflessioni sui modi in cui il corpo, la salute e la malattia sono costruiti, negoziati e vissuti in un continuo processo dinamico, regolato da rapporti di forza e osservabile nella trasformazione storica e nella variabilità dei contesti sociali, culturali e politici. Questo libro si rivolge a quanti si avvicinano oggi all’antropologia medica sia come studenti di facoltà umanistiche e di scienze antropologiche sia nel campo della formazione medico-professionale e dell’assistenza. È un testo introduttivo, che intende fornire elementi di base per lo studio e la comprensione dell’antropologia medica e contribuire alla circolazione di strumenti e idee utili per affrontare la complessità dei processi politico-culturali che coinvolgono i corpi e le istituzioni, il rapporto fra salute e ineguaglianza, l’esperienza del dolore, i processi terapeutici, le strategie di cura. Il volume illustra quadri concettuali, ambiti di ricerca e potenzialità operative dell’antropologia medica contemporanea, in un’ottica di rilancio del dialogo fra antropologia e biomedicina.

Indice

 

Introduzione
Antropologia medica/Un utile ossimoro/Questo libro non è un “manuale”/Ringraziamenti
Parte prima. Corpo, salute e malattia: esperienze e rappresentazioni
1. Figure del corpo
Le tecniche del corpo: un sapere incarnato/”Darsi a vedere”: il corpo proprio e la conoscenza dell’altro/L’incorporazione: i corpi nel mondo e il mondo nei corpi/Nervi/Lo scienziato e il (suo) corpo/La separazione mente-corpo: errore di Cartesio?/Cartesio, gli antropologi e il “corpo pensante?/Il corpo fuori di sé ovvero i medici, la Chiesa e lo Stato/L’antropologo e la tarantata/Il corpo espropriato: dalla fabbrica all’ospedale
2. Salute e malattia: una coppia ambigua
Il normale e il patologico: la “doppia menzogna”/ Scomporre la malattia: la parola, la cosa, il racconto/La produzione sociale della malattia/La salute e lo Stato/Il dramma storico dell’aids/Incorporare l’ineguaglianza/Politiche del corpo e metafore della sofferenza
3. L’esperienza del dolore
Dolore e critica della cultura/Il dolore in diretta/Dolore e linguaggio/La materialità del dolore/La “medicina del dolore”
Parte seconda. Medicine e istituzioni: saperi, pratiche, politiche
4. Che cos’è la biomedicina
La “medicina occidentale” come “sistema culturale”/Le differenze in biomedicina/”Dire” o “non dire” la verità?/Sul “consenso informato”: intimità, conoscenza e “segreti di Stato”/Il “campo biomedico” e le politiche della biomedicina
5. L’invenzione della “medicina popolare”
Lo Stato e la diffusione capillare della biomedicina/I medici etnografi e le trasformazioni del corpo/Disordine del corpo, disordine del mondo: il “mal di matre”
6. “Fare” i medici
La formazione dei medici/Dissezione del cadavere e oggettivazione del corpo/Una lezione di anatomia… umana
Parte terza. Percorsi di guarigione e dispositivi di efficacia
7. Il senso del male
“Autocura”, “itinerari terapeutici” e “modelli esplicativi”/La ricerca delle “cause” ovvero il cacciatore di streghe/Costruire il senso: il “male dell’arcobaleno”
8. Dispositivi di efficacia
L’efficacia simbolica/L’efficacia come processo sociopolitico/I mediatori della guarigione/La “magia” nelle mani/L’efficacia dei farmaci
9. La cura
L’arte di toccare/Oltre i confini fra terapia e cura/Questioni di vita e di morte/L’invenzione della “morte cerebrale”/Il “metodo umano”
Note
Bibliografia
Indice analitico.
Sale!

Laura Picone,Lina Pezzuti,Francesca Ribaudo , Teorie e tecniche dei test.

 29,00  27,55
Il volume, in una nuova edizione riveduta e aggiornata, guida all’uso e all’interpretazione dei test psicometrici, sia nella ricerca sia nella pratica clinica, e offre un utile strumento per la preparazione di esami sui test, per l’esame di Stato e per l’aggiornamento degli psicologi. I test trattati sono stati scelti in base alla frequenza d’impiego e alla loro novità rispetto a quelli già in uso nel panorama italiano. Il libro, nato dall’esperienza scientifica e clinica, ma anche dalla pratica didattica, espone con chiarezza anche le questioni più complesse.
Sale!

M. Meriggi, L. Tedoldi , Storia delle istituzioni politiche. Dall’antico regime all’era globale.

 25,50  24,22
Gli autori analizzano i grandi temi della storia delle istituzioni politiche dell’ultimo secolo – come la costruzione del welfare state, la stagione del totalitarismo e dei regimi di massa, il consolidamento delle istituzioni democratiche liberali europee, lo sviluppo delle forme di istituzionalità internazionale e delle reti istituzionali e sociali del nostro presente globale – a partire dalle “costituzioni antiche”, considerando poi il moderno concetto di cittadinanza occidentale e il rapporto tra libertà dello Stato e libertà dei cittadini, per trattare infine di quelle parti del mondo assoggettate al dominio coloniale occidentale.
Sale!

Sara Mondini,Daniela Mapelli,Giorgio Arcara , Semeiotica e diagnosi neuropsicologica. Metodologia per la valutazione.

 21,00  19,95
La pratica clinica ha diffuso un metodo di indagine e di spiegazione di segni e sintomi del comportamento del paziente ed è ora necessaria una definizione di semeiotica della neuropsicologia clinica. Solo dopo la raccolta dell’anamnesi, l’osservazione di segni e sintomi, la conduzione del colloquio con il paziente e con i familiari e la valutazione psicometrica si giunge alla diagnosi neuropsicologica.
Sale!

T. Grande, E. G. Parini , Sociologia. Problemi, teorie, intrecci storici.

 31,00  29,45
Sin dalla nascita la sociologia si confronta con il proprio tempo, assumendosi il compito di interpretare i processi di discontinuità che hanno caratterizzato il passaggio dal cosiddetto “vecchio ordine” alla modernità. A partire da questa considerazione, nel volume vengono presentate alcune delle grandi questioni che la disciplina ha affrontato, ponendo quesiti e avanzando teorie interpretative. Gli autori, interpreti di una disciplina plurale, introducono allo studio della sociologia analizzando le chiavi di lettura elaborate per dare un senso alla complessità, sempre mutante, del sociale. Alla base del lavoro sta la consapevolezza che solo intrattenendo un dialogo con la sua storia e con le sue tradizioni di pensiero la sociologia può rispondere alle questioni e ai problemi della società attuale.