Visualizzazione di 3 risultati

Sale!

Focarelli Carlo Diritto internazionale ,v edizione.

 48,00  45,60

Il volume contiene una trattazione generale del diritto internazionale in una prospettiva sistemica e alla luce dei problemi globali attuali. Vengono definiti anzitutto la comunità internazionale e gli attori, statali e non-statali, che la compongono, dando particolare rilievo al «sistema degli Stati», da un lato, e ai «valori comuni dell’umanità», dall’altro.
Viene quindi analizzata la divisione giuridica del mondo in spazi, e i problemi che si pongono nell’allocazione della giurisdizione tra i vari Stati, passando poi all’esame dei valori perseguiti dalle norme internazionali, in particolare quattro: ordine interstatale, persona umana, economia sostenibile, sicurezza globale.
Nell’ambito di ciascun valore vengono analizzate le principali norme internazionali esistenti. Infine il volume si occupa della responsabilità internazionale, sia dello Stato, sia delle organizzazioni internazionali, sia dell’individuo, e della giurisdizione internazionale, nonché del ruolo della diplomazia nel mantenimento della pace e dell’ordine internazionale.

Sale!

Focarelli Carlo Diritto internazionale II: Prassi

 37,00  35,15
Nel mondo globalizzato di oggi il diritto internazionale è sempre più presente nella legislazione degli Stati e i giudici nazionali sono spesso tenuti ad applicarlo e a «dialogare» con i giudici di altri Stati e con le numerose corti internazionali esistenti.
Il volume, pubblicato insieme alla quinta edizione del manuale Diritto internazionale, si propone di riflettere tali tendenze presentando 133 casi della prassi più recente e più significativa di rilievo internazionale. Sono inclusi, tra gli altri, il severo giudizio dei giudici italiani e le condanne dell’Italia da parte della Corte europea dei diritti umani in relazione ai metodi utilizzati dalle forze di polizia in occasione del G8 di Genova del 2001, insieme alla recente legge 14 luglio 2017 n. 110 sul reato di tortura; l’apposizione del segreto di Stato a vicende di extraordinary renditions nella c.d. «guerra al terrore» che hanno comportato gravi violazioni dei diritti umani per le quali l’Italia è stata pure condannata dalla Corte europea dei diritti umani; la sentenza n. 238/2014 della Corte costituzionale italiana, e i suoi più recenti sviluppi nella giurisprudenza italiana, in relazione al risarcimento da parte della Germania dei danni arrecati durante l’occupazione nazista dell’Italia nel periodo 1943-1945; il trattamento dei migranti in Italia e altrove, così come l’obbligo di salvataggio in mare e il diritto di non-refoulement, specie in recentissime sentenze dei giudici italiani; la giurisprudenza, interna e internazionale, sul caso dei due marò italiani accusati dinanzi ai giudici indiani dell’omicidio di due pescatori indiani al largo delle coste dell’India nel 2012; la più recente prassi relativa alla statualità della Palestina; l’allocazione della giurisdizione statale in Internet nei confronti di Google e il contemperamento del rispetto della libertà di espressione con il rispetto della riservatezza e la raccolta e uso dei dati personali online; la protezione dei popoli indigeni, in particolare degli Ogiek in Kenya; gli attacchi missilistici unilaterali degli Stati Uniti e alleati contro la Siria del 2017 e del 2018; i tentativi di arginare la commissione di abusi da parte delle forze di peace-keeping delle Nazioni Unite; la prassi più recente della Corte penale internazionale in relazione alla mancata consegna del Presidente del Sudan Al-Bashir, alla deportazione dei Rohingya da Myanmar e la decisione della Corte di non concedere l’autorizzazione per l’avvio di indagini su presunti crimini commessi in Afghanistan dopo una minacciosa presa di posizione degli Stati Uniti. Sentenze e risoluzioni sono sintetizzate riproducendo quanto più possibile le parole stesse dei giudici, tradotte in lingua italiana e documentate con fonti ufficiali.